A te come te-2013



menù principale

di Giovanni Testori 
“lettura scenica” da un’idea di Gabriele Allevi e Luca Doninelli
voce: Ermanna Montanari
canto: Michela Marangoni e Laura Redaelli
luci e fonica: Fagio
foto-grafica: Fabbri
organizzazione e promozione: Francesca Venturi
regia: Marco Martinelli
co-produzione: Teatro delle Albe / Ravenna Teatro, deSidera Festival
in collaborazione con Bergamo Candidata Capitale Europea della Cultura 2019
un ringraziamento a A.N.G.E.L.O., Laura Graziani Alta Moda, Danilo Maniscalco, Alain Toubas, Comune di Capriate San Gervasio, Cooperativa Coclea, Parco Adda Nord, Promoisola


Prima nazionale Crespi d'Adda, 11 luglio 2013


Servizio di Fabrizio Zani


Servizio di Federico Buscarino


Servizio di Andrea Macchia




Tutto è nato da un’idea degli amici Allevi e Doninelli, quella di portare in scena la scrittura “giornalistica” di Giovanni Testori. In quell’idea risiede il senso primo di questa “lettura scenica”. Che è uno sguardo al Testori che alla fine degli anni ’70 prende il posto che era stato di Pasolini sulla terza pagina del Corriere della Sera. Si sente dire in giro: intellettuali come quelli non ce ne sono più, capaci di dare scandalo con un articolo. Coloro che sentenziano così sono gli ignavi del nostro tempo, il loro modo pigro e colpevole di rifugiarsi nella zuccherosa nostalgia impedisce di vedere che in questi trent’anni sono cambiati radicalmente i termini della questione: le parole “intellettuale”, “scandalo”, “terza pagina” non hanno più lo stesso senso. Impedisce a loro di vedere come si possa continuare (con le armi e nel contesto radicalmente trasformato dell’oggi) a non rassegnarsi al moloch dell’orribile indifferenza e dell’abitudine, all’ingiustizia e alla violenza che regnano sovrane nel mondo. Come si possa continuare a cantare “la maestà della vita”. Giovanni Testori era questo, quello che noi dobbiamo continuare a essere, senza alibi di comodo e senza lamentele da salotto: un combattente deciso a testimoniare la speranza, la speranza-bambina: che un altro mondo è possibile. Con furia e con pazienza, la quale, diceva Testori, “è virtù primariamente attiva”, che sa porre la coscienza “in uno stato di perpetua allerta”. Siamo capaci di tenere ben saldo in pugno il testimone che ci consegnano queste pagine dolenti, profetiche, scritte da Testori per l’Italia di quegli anni?
   
Abbiamo scelto tre articoli legati da un filo preciso: la violenza sulle donne. Scritti tra il 1979 e l’80, i pezzi provano a far luce sull’oscura malìa che incantena il “maschio” alla sua lingua prevaricatrice: l’omicidio di una bambina, un matricidio, e infine la richiesta che Testori fa allo Stato italiano di una legge che difenda le donne dalle violenze. L’analogia con i nostri tempi oscuri fa rabbrividire: segno di quanto sia “immobile” il nostro Paese, in questo come in altri settori della vita sociale. E qui cediamo il passo a Giovanni Testori, che ha scritto queste parole allora perché risuonassero ancora oggi nelle nostre orecchie: “Non vorremmo che, come va succedendo per altre vergogne e per altri delitti, a furia di parlarne, scriverne e discuterne, senza mai assumere la responsabilità di un gesto, si finisse per diminuirne la gravità, l’irreligiosa e disumana vergogna; si finisse, insomma, per abituare l’uomo a ciò che non è umano. L’abitudine a tutto è uno dei rischi più grandi che l’uomo sta correndo; ad esso sta inducendolo la spinta negativa che vuol ridurlo a “cosa”. Ora il punto d’arrivo di questo rischio non potrà essere una nuova coscienza, ma il buio e la notte che s’aprono sulla coscienza eliminata o distrutta”.
   
Marco Martinelli e Ermanna Montanari 


A tu per tu con Testori, intervista a Ermanna Montanari di Marco Archetti sul Corriere della Sera

Irreligiosa vergogna, intervista a Ermanna Montanari di Massimo Marino sul Corriere di Bologna

"L'uomo è un valore, diamo dignità alla vita" intervista a Ermanna Montanari di Claudio Cumani su Il resto del Carlino

Rassegna stampa (originale, file pdf 814 Kb)
Foto ad alta risoluzione (file zip 8632 Kb)


Rassegna stampa

A tu per tu con Testori
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Marco Archetti
Testata: Corriere della Sera
Data: 09 luglio 2013


Testori, la cronaca diventa teatro
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Andrea Frambrosi
Testata: L'Eco di Bergamo
Data: 10 luglio 2013


Testori a teatro contro il femminicidio
Spettacolo: A te come te-2013
Testata: Avvenire
Data: 11 luglio 2013


Il Testori giornalista profetico combattente contro il femminicidio
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Sara Chiappori
Testata: La Repubblica
Data: 11 luglio 2013


Testori, il teatro riscopre i suoi articoli contro la violenza sulle donne
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Laura Zangarini
Testata: Corriere della Sera
Data: 12 luglio 2013


Insolito Testori a Novate
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Renato Palazzi
Testata: Il Sole 24 Ore
Data: 21 luglio 2013


Sulla pagina e sulla tela
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Renato Palazzi
Testata: Linus
Data: agosto 2013


Il Testori delle Albe, paladino delle donne
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Marcello Tosi
Testata: Corriere di Romagna
Data: 22 agosto 2013


"Irreligiosa vergogna"
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Massimo Marino
Testata: Corriere di Bologna
Data: 22 agosto 2013


Con la voce di Ermanna Montanari rivive la scrittura di denuncia di Giovanni Testori
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Guido Sani
Data: 2014


La donna per Testori
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Elena Nencini
Testata: Setteserequi
Data: 06 giugno 2014


L'uomo è un valore, diamo dignità alla vita
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Claudio Cumani
Testata: Il Resto del Carlino
Data: 06 giugno 2014


Con Ermanna Montanari rivive l'impegno civile di Testori
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Guido Sani
Testata: Ravenna&Dintorni
Data: 06 giugno 2014


Ermanna interpreta Testori
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Anna Maria Corrado
Testata: Il Resto del Carlino
Data: 07 giugno 2014


A te come te: un concerto di voci sulla violenza alle donne
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Massimo Marino
Testata: controscene.corrieredibologna
Data: 09 giugno 2014


A te come te
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Maria Dolores Pesce
Testata: dramma.it
Data: 14 giugno 2014


Per uno stato di perpetua allerta. Di teatro, cronaca e urgenze
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Daniela Arcudi
Testata: klpteatro.it
Data: 16 giugno 2014


A te come te
Spettacolo: A te come te-2013
Autore: Laura Bevione
Testata: Hystrio
Data: agosto 2014



menù principale